Introduzione all’MRP Scanning® come proposta per individuare la priorità terapeutica

Bologna 8-9 Aprile 2017

Holiday Inn Express Bologna Fiera

Via del Commercio Associato n. 3 Bologna (è prevista una convenzione per i partecipanti al corso)

Costo: 340 euro (I.V.A. inclusa)

Docente: Daniele Ugolini (terapista della Riabilitazione, Fisioterapista Posturale)

Corso teorico pratico.

La dura madre, con le relative membrane di tensione reciproca, è una interfaccia che ci permette di ascoltare l’attività del SNC in tempo reale come risposta dell’adattamento sistemico: ogni variazione fisiologica o afisiologica delle funzioni nervose (a partenza dalle strutture tissutali biotipiche) si traduce in modifiche del meccanismo respiratorio primario (MRP) percepibili all’ascolto osteopatico.

Allo stesso modo, alla somministrazione di stimoli diversi il MRP può rispondere o non rispondere: l’assenza di risposta è l’espressione della non significatività dello stimolo in quel preciso momento (indifferenza del sistema allo stimolo). Se invece lo stimolo è significativo, avremo la variazione dei parametri del MRP e tra questi l’alterazione del ritmo è l’espressione più rilevante e immediata, che, in rapporto all’importanza dello stimolo, può anche manifestarsi come un’interruzione netta (uno stop) della durata di alcuni cicli.

Tutto questo può essere utilizzato come test per individuare la priorità terapeutica.

Programma Corso:

Prima giornata:

Il cranio come struttura cibernetica

Il Meccanismo Respiratorio Primario

Ascolto craniale differenziale

Pratica di base

Relazione neurovegetativa cranio-corpo

Il cranio embriologico, biotipico, somatotipico

Ascolto craniale e letture differenziali

Pratica MRP Scanning® preliminare

Seconda giornata:

Dalla teoria alla pratica:

Gli STOP del MRP

Energia tissutale e memorie emozionali

Metodologie applicativa e operativa

Pratica MRP Scanning®: analisi differenziale e individuazione della priorità terapeutica